CHE COSA SIGNIFICA MARKETING DI ATTRAZIONE? — Ilaria Rovelli

Buongiorno amici Avete mai sentito parlare di marketing di attrazione? E’ un concetto di cui si parla molto ultimamente. Questo concetto esprime molto chiaramente ,quello che io nei miei video spesso dico , ossia che per lavorare bene bisogna circondarsi di persone di qualità, che con voi hanno dei punti in comune, degli stessi punti di […]

via CHE COSA SIGNIFICA MARKETING DI ATTRAZIONE? — Ilaria Rovelli

Un tripudio di #IncoeRenzi — Antonio Sicilia

Ieri, 21 agosto 2016, ha destato particolare scalpore questa dichiarazione del Presidente del Consiglio: “Si vota nel 2018, comunque vada il Referendum” E’ bastato qualche sondaggio negativo per far cambiare idea a tutta la squadra di vuoto sincronizzato, capeggiata dal premier toscano. Eppure Renzi in questi mesi ha più volte dichiarato esattamente il contrario. […]

via Un tripudio di #IncoeRenzi — Antonio Sicilia

Lavoratori in nero? Il Datore di Lavoro è comunque responsabile per gli infortuni

Il blog per le imprese di studioamich.it

sicurezza-sul-lavoro

Lavoratori in nero? Il Datore di Lavoro è comunque responsabile per gli infortuni.

La Cassazione, con la sentenza n. 12678 del 29 marzo 2016 lo ha stabilito prendendo in esame il caso di un lavoratore in nero.

La sentenza trae la fonte normativa dall’art. 2 dlgs 81/08 che individua la figura del lavoratore tutelato dalla norma in “qualsiasi persona che, indipendentemente dalla tipologia contrattuale, svolge un’attività lavorativa nell’ambito dell’organizzazione di un datore di lavoro pubblico o privato, con o senza retribuzione, anche al solo fine di apprendere un mestiere, un’arte o una professione”.

Già in altre occasioni, nei nostri articoli abbiamo spiegato, seguendo anche quelli che sono gli orientamenti giurisprudenziali in materia, che la normativa del dlgs 81/08 si applica altresì ai c.d. “equiparati“:  socio lavoratore di cooperativa o di società, anche di fatto, che presta la sua attività per conto delle società e…

View original post 272 altre parole

Divide et impera.

Cybook's Blog

Non tutto è sempre colpa della società. Esistono anche precise responsabilità individuali. Però, società e politica dovrebbero, da un lato, creare le condizioni minime perché ciascuno possa provare a dispiegare le proprie potenzialità e, dall’altro, evitare, nei limiti del possibile, ingiustificabili sperequazioni di punti di partenza e di trattamento.Senza neanche voler considerare il preciso dettato costituzionale in tal senso, uno stato che si rispetti deve rimuovere tutti gli ostacoli che impediscono, ad ogni essere umano, di condurre un’esistenza libera e dignitosa. Deve avere, in questo, un preciso ruolo attivo. I tempi del laissez faire dovrebbero essere finiti per sempre. Altrimenti, davvero non si comprende quale sia il ruolo di una compagine statale moderna.

Le politiche neoliberiste (ma su questa definizione si potrebbero aprire lunghe discussioni) degli ultimi tempi, giustificate dalla pretesa necessità di contrastare una crisi planetaria causata, peraltro, esattamente da quelle medesime politiche, con le guerre tra poveri che…

View original post 105 altre parole