SE NOLEGGI UN AUTO ELETTRICA COSA TI SERVE PER RICARICARLA? IL NOSTRO COMUNE LO SA…..

Guardando qua e la nelle tabelle AVCP del nostro Comune, mi sono imbattuto in impegni di spesa stanziati per l’acquisto di un auto elettrica indirizzata alla Protezione Civile .

AUTO ELETTRICA

Trattasi di un noleggio (si scrive “da sponsorizzazione”) che impegna eur 13200,00 con l’aggiunta di una fornitura “stazione pubblica di ricarica” per altri eur 4000,00. Risulta ovvio che per chiudere il cerchio serve anche la predisposizione di un isola apposita prevista in viale S.Remo per l’aggancio, con l’investimento altri eur 3800,00 ed infine un allacciamento per fornitura elettrica di eur 3856,00.

COLONNINE ELETTRICHE

Facendo i conteggi abbiamo quindi un investimento totale di eur 24856,00 (dove detrarre la sponsorizzazione non nota). Certamente può anche sembrare una bella iniziativa ed in qualche modo è una sorta di iniziazione “green”, ho il sospetto però che alla nostra popolazione al momento non sia troppo necessaria, o meglio, ci viene costantemente ripetuto che scarseggiano le risorse per varie cose, ci troviamo asfalti rattoppati qua e la, sfalci a singhiozzo, volontari che gratuitamente raccolgono foglie e fanno manutenzione….etc. Anche in questo caso non ho trovato la comunicazione di trasparenza con un progetto che giustifichi l’iniziativa, probabilmente ci sarà un qualche studio universitario sui possessori di auto elettriche nel nostro territorio di cui non siamo a conoscenza, oppure può essere che qualche benefattore abbia regalato eur 24856,00 al nostro Comune e merita di essere ringraziato a dovere (se fosse vero lo farò personalmente). Altra importante analisi però, va anche al soggetto a cui l’auto è destinata, in questo caso la Protezione Civile che sappiamo essere molto importante nel nostro territorio, direi però che se dovessi guardare i costi/benefici di un auto elettrica, la fornirei alla polizia municipale, oppure ad un qualsivoglia servizio che l’auto la potrebbe impiegare dalla mattina alla sera per ragioni costanti di servizio. Alla luce dei fatti sono scelte amministrative e quindi ci dobbiamo assoggettare a queste, in quanto a trasparenza però avrei le mie preplessità poichè non mi sembra che vi sia traccia di questo indirizzo che sappiamo essere in “affidamento diretto” e non soggetto a nessuna forma di delibera. Ci avviciniamo alle feste Natalizie…..che sia un regalo?