8 BIS…..IL 19 APRILE PASSATE IN BICICLETTA ANCHE LI’… FORSE E’ ARRIVATO IL MOMENTO DI DARE DELLE RISPOSTE CHIARE

I mesi sono passati, gli articoli sui quotidiani anche, le dichiarazioni ripetute utilizzando impropriamente le parole “presto” oppure “alla fine del mese”, credo che è ora che l’amministrazione dia delle risposte precise e delle date che siano realistiche, cosa che fino ad oggi non è stato. I cittadini continuano a passare davanti alle transenne, altri la utilizzano per le passeggiate, altri ancora per un giro in bicicletta, nei social le domande sono sempre le stesse come peraltro le risposte evasive. Le ultime notizie risalgono al mese scorso, dopo che per molto tempo aveva tenuto banco la storia “abbiamo chiesto delle migliorie e messa in sicurezza a Veneto Strade”, il proseguo è stato “ci sono degli espropri da risolvere e poi a breve dovrebbero partire i lavori”, siamo arrivati quindi alla fine di Marzo dove sembrava che ormai il tutto fosse imminente ed invece al 16 di Aprile credo sia addirittura scomparsa l’idea di apertura. In compenso una grande pubblicità e fermento per la giornata delle 4R con la biciclettata che toccherà tutti i quartieri di Spinea, non conoscendo il percorso ho l’impressione che il passaggio sarà molto distante dalle transenne e sarà meglio stare alla larga dal cantiere per evitare ulteriori e scomode domande ai nostri assessori. Le domande continueranno ovviamente ad essere sempre più persistenti perchè è venuto il momento di dare delle risposte, forse ancora una volta ci verrà prospettata “la fine del mese” oppure “non preoccupatevi perchè l’illuminazione non è in carico al comune di Spinea”, questo però non basta più ed è doveroso per l’istituzione prendere una posizione affinchè finalmente chi paga le tasse abbia una giusta considerazione. Rimaniamo quindi fiduciosi che il nostro assessore ai lavori pubblici chiarisca definitivamente la questione, e prenda un impegno con i propri cittadini indicando una data!

(foto Lorenzo Pòrcile)

AL VILLAGGIO DEI FIORI IL DISCO CHE SUONA SEMPRE LA STESSA MUSICA….E’ QUELLO ORARIO

Girovagando per la rete nel profilo FB del Comune di Spinea, mi sono imbattuto in questa lettera aperta di un cittadino spinetense che riguarda l’introduzione dei dischi orario nella zona Villaggio dei Fiori, argomento già approfondito qualche tempo fa…..chissà se tale appello è stato preso in considerazione…..

Gentilissimo signor Sindaco,

Sono un cittadino Spinetense residente in piazza Cortina al Villaggio Dei Fiori.

Come le è ben noto, il nostro è il quartiere più densamente popolato di Spinea e il problema della carenza di parcheggi è molto sentito, in particolar modo la sera e nei fine settimana quando i residenti sono a casa.

Nella zona di piazza Cortina la gran parte dei parcheggi sono regolamentati dal disco orario e quelli ‘liberi” sono giustamente occupati da chi, arrivato per primo, parcheggia l’auto per il weekend.

Per tale motivo, seppur motivati dalle migliori intenzioni e da infinita pazienza, a volte per noi residenti è inevitabile parcheggiare l’auto in zona disco orario per poi scendere periodicamente a cercare il “buco libero”. Regolarmente, in particolar modo nei fine settimana, la Polizia Municipale effettua i doverosi controlli e “pizzica” qualche residente fuori regola.

Nessuno contesta i controlli e la regolarità delle contravvenzioni elevate, che anzi invito a svolgere con sempre maggiore assiduità e non solo per controllare i parcheggi e gli autovelox, ne, tantomeno, la presenza delle zone a disco orario a tutela dei commercianti della zona. Chiedo però a lei, e alla giunta tutta per suo tramite, di farsi carico di un problema oggettivo che mina la qualità della vita nel nostro quartiere.

Si potrebbero studiare diverse soluzioni semplici ed economiche come, per la sola giornata del sabato, l’abolizione del disco orario per tutti o l’esenzione dallo stesso per i residenti mediante l’esibizione di un contrassegno sul parabrezza da richiedersi in Comune. In questo modo si concilierebbero le esigenze dei residenti, quelle dei commercianti e si eliminerebbe il retropensiero serpeggiante che i controlli vengano fatti in determinati momenti per fare “cassa” con noi cittadini.

Si tratterebbe di un piccolo gesto da parte dell’amministrazione, ma di un grande segnale di attenzione per i residenti del Villaggio Dei Fiori.

Con i migliori saluti,

IL VILLAGGIO DEI FIORI NON CI STA, IL BRONX NON E’ QUI

VILLAGGIO DEI FIORI

Certamente in questi giorni di Spinea si parla sulla carta stampata per i fatti di cronaca accaduti nella notte di venerdì, ma non solo. Non è passato inosservato il lungo articolo successivo e il duro giudizio espresso per il quartiere Villaggio dei Fiori denominato “bronx” che, a dire il vero, ha poco a che fare con gli accadimenti che si sono verificati precisamente nella piazza antistante il locale “de Fiorenze” zona s.ta Bertilla. Forse il titolista ha preso un granchio scatenando di fatto le ire dei residenti ma, in un certo senso, anche della popolazione spinetense che non si riconosce in quanto scritto. Il Villaggio dei Fiori ha risposto sui social in modo fermo e deciso testimoniando che, pur essendo un quartiere popoloso e spostato dal centro, la vita quotidiana è del tutto normale e serena come in altre parti della città. Essendo certamente uno dei quartieri più densamente abitati, esistono comunque degli episodi isolati, ma definirlo “bronx” credo che sia troppo pesante e non adeguato. Mi soffermerei però sulla difesa del locale pasticceria “de Fiorenze”, attività fortemente danneggiata e che il caso ha voluto essere per la seconda volta coivolta indirettamente in fatti di cronaca poco piacevoli come quello appena accaduto. Riccardo De Fiorenze dopo la lunga attesa per l’apertura del suo nuovo locale, forse non si aspettava di dover far fronte a questi imprevisti e dover anche ribadire che gli avventori del suo locale non sono dei delinquenti, è certo anche che anche i cittadini di Spinea sono del tutto impreparati a balzare sui giornali per fatti di cronaca di questo tipo. Detto questo , è di oggi una comunicazione ufficiale del sindaco Silvano Checchin che ha deciso di radunare la popolazione del Villaggio dei Fiori presso la pasticceria Ceccato nel pomeriggio di mercoledì alle ore 18:30, per discutere di quanto accaduto. La mia opinione personale è l’incredulità nella scelta del luogo di questo incontro, se doveva essere proprio una pasticceria credo che “de Fiorenze” sarebbe stata la più logica pensando alla difesa di questa attività danneggiata, oltre ad essere inserita in un nuovo insediamento residenziale che ha bisogno comunque di essere supportato. Diversamente, il municipio poteva essere la scelta prioritaria, dando sia l’ufficialità e allo stesso tempo neutralità visto che l’argomento riguarda la sicurezza di tutti i cittadini di Spinea. Chiudo le mie considerazioni sperando anche in questo caso, di aver analizzato con obbiettività l’argomento e aver dato anche un opinione frutto di un ragionamento specifico e motivato…..come è mia abitudine fare.